I toponimi

ACQUASANTA TERME, fraz. Quintodecimo (AP)

ACQUI TERME (Al), fraz. Terzo.

ANNONE DI BRIANZA (Co)
Sul Lago di Annone

ANNONE VENETO (Ve). ad nonum
Centro agricolo della pianura tra il Tagliamento e la Livenza, appartenne ai Patriarchi di Aquileia, al Comune di Portogruaro e dal 1420 alla Repubblica di Venezia. Il suo nome trae origine da un toponimo stradale dal latino ad nonum (lapidem), cioè al nono miglio da Concordia, sulla via romana Concordia - Opitergium.
'ad nonum lapidem', presso la nona pietra miliare sulla via Postumia, strada consolare romana, costruita nel 148 a.C. per congiungere Genova con Aquileia, con l'attraversamento della pianura padano-veneta. Annone sorge, appunto, a nove miglia romane da Oderzo, uno dei grandi centri antichi toccati dalla Postumia.
Un'altra importante strada romana tagliava a sud il territorio comunale, la via Annia, che, correndo parallela alla costa, congiungeva Adria ad Aquileia, per Padova, Altino e Concordia, coincidendo nell'ultimo tratto con la Postumia. Con la fondazione nel 42 a.C. di Iulia Concordia, il territorio tra Livenza e Tagliamento (agro concordiese) venne centuriato, cioé suddiviso in lotti e assegnato ai legionari. Di questo periodo rimangono in superficie modesti reperti archeologici di tre probabili ville rustiche.

AOSTA, fraz. Quart.

AREZZO, fraz. Ottavo

ASTI, fraz. Quarto Inferiore.

ASTI. fraz. Quarto Superiore.

AZZANO DECIMO (Pn). ad decimum
Il nome è testimoniato din dall'anno 888 "curtis de Azzano" ed è una formazione prediale col suffisso -anus dal personale latino Accius o Attius. La specificazione Decimo è recente ed è basata sul fatto che si trova alla distanza antica di 10 miglia romane da Concordia.

BARLETTA, fraz. Quarto

BENEVENTO, fraz. Quintodecimo

BOLOGNA, fraz. Quarto di Sopra.

BORGO A MOZZANO, fraz. Valdottavo (Lu)

BORNASCO, fraz. Settimo (Pv)

BRA, fraz. Quinto Bianco (Cn).

BUTTAPIETRA, fraz. Settimo (Vr)
Il toponimo della frazione di Settimo nasce dal fatto di essere al settimo miglio della strada Claudia Augusta da Verona , septimo ab urbe lapide, che lambiva l'attuale territorio comunale.