ROMA. La Sovrintendenza Capitolina ai BB CC cerca Associazioni per lo svolgimento di attività nei Musei ..

...
La Sovrintendenza Capitolina intende sviluppare una strategia volta a favorire ed incrementare la fruizione e la conoscenza di quelle aree monumentali, archeologiche e museali che sono meno conosciute e visitate e necessitano pertanto di essere oggetto di iniziative ed interventi di valorizzazione di diversa tipologia, anche mediante la collaborazione con altri enti pubblici e privati, quali le organizzazioni di volontariato e no-profit...
A seguito del DL n. 42/2004, all'art. 112 "Valorizzazione dei beni culturali di appartenenza pubblica", comma 9, prevede la possibilità per il Ministero, le Regioni, gli altri Enti pubblici territoriali,… di stipulare accordi con le associazioni culturali o di volontariato, dotate di adeguati requisiti, che abbiano per statuto finalità di promozione e diffusione della conoscenza dei beni culturali.
Lo Statuto di Roma Capitale...afferma che "Roma Capitale tutela il patrimonio artistico, storico, monumentale e archeologico anche promuovendo e favorendo il coinvolgimento di soggetti privati finalizzato al recupero, alla conservazione, alla valorizzazione e alla più idonea fruizione di tale patrimonio nonchè al sostegno delle attività culturali della città...
Obiettivo dell'Amministrazione Capitolina è valorizzare e promuovere in modo anche capillare i beni di carattere storico, artistico, i siti monumentali, archeologici e museali, al fine di aumentarne e migliorarne la fruizione, consentendo inoltre di rendere visitabili siti che diversamente non sarebbero aperti in modo continuativo al pubblico...
Il volontariato rappresenta pertanto una risorsa importante per il concorso alla salvaguardia dei beni culturali dai rischi di origine antropica e naturale che ne mettano a rischio la conservazione. Tale obiettivo ha quindi la finalità di incrementare i flussi dei turisti e diffonderne quindi maggiormente la conoscenza anche all'estero...
La Sovrintendenza Capitolina intende quindi reperire manifestazioni di interesse/proposte progettuali per lo svolgimento di servizi di volontariato da attuarsi presso musei ed aree archeologiche e monumentali...
L'intervento degli operatori volontari riguarderà... la prima accoglienza dei visitatori e supporto alla vigilanza... oltre a informazione, orientamento e accompagnamento di prsone singole o gruppi di persone...
Per leggere tutto il documento, vedi l'allegato:  AVVISO PUBBLICO PER ACCOGLIENZA Roma Capitale

Il volontariato complementare e non sostitutivo all'organico fisso nei musei
"Non giungono buone notizie dal mondo della Cultura. E il motivo questa volta è il nuovo Bando indetto dal Comune di Roma per la gestione di alcuni musei". A dichiarare ciò è Gianfranco Gazzetti, Presidente del Gruppo Archeologico Romano un'associazione che da più di 50 anni è attiva per la salvaguardia del Patrimonio culturale italiano e che tra le sue forze ha tanti volontari che giungono da tutta Italia e anche dall'estero.
"Ci amareggia il nuovo bando del Comune di Roma che prevede l'affidamento dei musei del circuito comunale a 'volontari' che dovranno sostituire archeologi, guide museali, operatori del servizio accoglienza per tutto l'orario di apertura del museo stesso e per tutti i giorni della settimana. Insomma una vera e propria sostituzione dell'organico fisso".
"Il volontariato - aggiunge Gazzetti - deve essere complementare e non sostitutivo. Molte volte in qualità di presidente del GAR ho chiesto alle istituzioni di avere in gestione aree archeologiche chiuse e non più fruibili o musei, durante il fine settimana, momento in cui i volontari possono essere liberi e aprire luoghi che resterebbero in altro modo chiusi, dimenticati e cancellati dal tempo - continua - ma fino ad oggi nessuna istituzione ha risposto al nostro appello. Si preferisce dare tutto in gestione con dei bandi e creare veramente uno scontro sociale. O addirittura - aggiunge - si preferisce inviare i reperti archeologici in America 'delocalizzando' anche lo studio della cultura a scapito, ovviamente di qualificati giovani italiani."

E le Associazioni FEDERARCHEO cosa ne pensano?  Esprimete il vostro pensiero e ci faremo sentire.

Progetto Federarcheo - Realizzato da Mediares S.c. - www.mediares.to.it